Nessun rispetto per la Celiachia da parte delle istituzioni? Per quale motivo potrebbero esserci ulteriori ribassi sui buoni asl?

.

L’attuale Ministero della Salute è artefice e responsabile di un decreto legge che continua ad arrecare innumerevoli danni al nostro settore

.

Articolo a cura di Pierpaolo Guadalupi

 .

Il settore Gluten Free è sotto attacco. Ed il pericolo proviene proprio dal Ministero della Salute che dovrebbe proteggere i pazienti celiaci e tutti i lavoratori del mercato specializzato, nessuno escluso. Tutto questo è surreale.

 A BENEFICIARE DELLE MANOVRE GOVERNATIVE SONO I POTERI FORTI. SOLO LE AZIENDE MULTINAZIONALI E LA GRANDE DISTRIBUZIONE ORGANIZZATA NE TRAGGONO VANTAGGIO.

Nelle ultime sei settimane, ben 18 attività hanno chiuso i battenti a pochi mesi dalla manovra. Dopo essere stato in giro per l’Italia, in quest’ultimo anno, posso affermare che i prodotti artigianali stanno diminuendo drasticamente.

.

Le aziende artigianali sono in ginocchio, i Rivenditori specializzati non possono esporre la qualità. Stanno ammazzando il Mercato Specializzato

.

.

Il registro degli alimenti erogabili è stato ridotto ulteriormente. I prodotti entrano ed escono dal sistema di erogabilità come fossimo davanti ad una scheggia impazzita. Lavorare così, per le attività, è davvero impossibile.

PARLIAMO DI UNA CONDIZIONE DI FORTE DISAGIO QUI ED ORA. GLI SCAFFALI DI QUALUNQUE ATTIVITÀ INIZIANO A RIEMPIRSI DI CIBO SPAZZATURA E PARLIAMO DEL PRESENTE.

When disaster strikes? Il disastro è già avvenuto ed i danni per la salute delle persone e per l’economia reale delle micro-imprese saranno incalcolabili. Ma è stato davvero il Ministero della Salute a decidere per tutto questo?

.

Per quale motivo si aveva tanta fretta di procedere così drasticamente per dare applicazione a questa manovra?

.

.

La formazione del nuovo governo aveva appena messo piede nelle sedi. Il Ministero della Salute Grillo ha apposto semplicemente la firma prendendosi tutta la responsabilità delle operazioni che erano pronte da molto tempo.

LE ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA, AD ECCEZIONE DELL’ASSOCIAZIONE ITALIANA NEGOZI CELIACHIA AINC, NON HANNO FATTO GRANCHÉ PER CONTRASTARE LA MANOVRA.

.

Le 10.000 firme raccolte, in pochi giorni, attraverso l’iniziativa da parte di AINC sono state completamente ignorate dalla Ministro Grillo

.

.

La Ministra, nonostante le numerose sollecitazioni da parte di AINC, non si è mai degnata di riceverci ignorando completamente le 10.000 firme che esprimevano una chiara e decisa volontà popolare. Questa non è democrazia.

 NON AVEVAMO IL TEMPO MATERIALE PER COINVOLGERE I 198.000 CELIACI PRESENTI IN TUTTA ITALIA. MA ABBIAMO AVUTO UN LIVELLO DI ADESIONE NOTEVOLISSIMO, PRESSOCHÉ TOTALE.

Un campione di 10.000 persone che rappresenta per la quasi totalità il sentore diffuso di voler contrastare una manovra profondamente ingiusta. Abbiamo dato voce ai celiaci e questa voce è stata completamente ignorata.

.

Per quale motivo le voci di corridoio su un’ulteriore riduzione del buono iniziano a circolare per tutto lo stivale con grande preoccupazione?

.

.2

Lo Slogan in campagna elettorale sul reddito di cittadinanza è andato a buon fine. Ed il nuovo governo in carica è costretto a dare applicazione alle promesse con gli enormi e spropositati costi anche della macchina burocratica.

I SOLDI OVVIAMENTE NON CI SONO MAI STATI. IL GIOCO DELLA POLITICA, DI UTILIZZARE LA COPERTA CORTA, E’ SEMPRE LO STESSO DALLA NOTTE DEI TEMPI.

I nostri governanti sono supportati da professionisti di comunicazione strategica. Non possono essere esperti nella risoluzione dei problemi dei lavoratori e consumatori del nostro settore. Spostano solo la coperta laddove serve.

.

Se i celiaci, rivenditori, aziende e l’attuale governo non sono per nulla d’accordo su questo decreto, chi è che sta forzando le manovre?

.

.

.

E’ assolutamente incredibile se ripensiamo al fatto che il Ministro della Salute On. Giulia Grillo con un “tweet” aveva fatto sapere che le manovre in atto non dipendono da questo governo. Come diavolo funziona questo sistema?

PRIMA SI DA APPLICAZIONE, CON UNA FIRMA, AL DECRETO LEGGE CHE PORTA AL DISASTRO IN ATTO E SUBITO DOPO SI FANNO DELLE VERIFICHE PER VALUTARNE LA GRAVITA’?

Questa volta è necessario l’aiuto di tutti: Celiaci, Rivenditori Specializzati GF, Farmacie con reparto Celiachia ed aziende artigianali del nostro settore. Vogliamo subire ancora questo maltrattamento oppure reagire tutti insieme?

.

Tutti insieme, con il grande supporto dell’Associazione Italiana Negozi Celiachia AINC, possiamo reagire a tutto questo andando a Roma

.

.

Attraverso questo articolo, sul quale chiediamo la massima condivisione da parte di tutti, intendiamo far partire un atto di protesta assolutamente concreto, con l’obbiettivo di andare tutti a Roma esattamente il 17 Giugno 2019.

SIAMO PRONTI PER PARTIRE CON LA MACCHINA ORGANIZZATIVA CON UNA MANIFESTAZIONE DI CATEGORIA PER PROTEGGERE CON GRANDE FORZA IL NOSTRO SETTORE.

Lo facciamo perchè crediamo ancora nelle istituzioni. Continueremo a combattere pacificamente ma con grande forza fino alla fine. Vogliamo chiedere al governo che giustizia sia fatta e per farci ascoltare dobbiamo essere tanti.

.

.

.